Alla pari degli altri anni, anche il 2012 si è svolto con entusiasmo e senza particolari difficoltà sia da parte del gruppo di ragazzi e genitori, sia da parte dello staff che segue il progetto. Il numero di partecipanti non è variato molto rispetto al 2011 e considerando gli impegni di tutti i ragazzi e genitori, scolastici o lavorativi, la costanza e la partecipazione è stata buona: si sono inseriti altri due partecipanti, che hanno potuto apprendere dell’esistenza del progetto “Un cuore in forma” grazie alla continua divulgazione da parte dell’associazione “Un cuore un mondo”.

Sempre grazie all’interesse e all’aiuto di alcuni responsabili dell’associazione “Un cuore un mondo”, il programma di attività motoria ha potuto essere svolto all’interno della palestra del Villaggio S. Antonio, luogo capace di  rispettare le esigenze basilari dei ragazzi: pulizia, luminosità, riscaldamento, spazio e tipologia di attrezzatura hanno permesso di raggiungere gli obiettivi prefissati.
Oltre alla presenza costante durante gli incontri di attività, della Dott.ssa Daria Gaffo, Medico Pediatra, delle Dott.sse Mara Segati, laureata in Scienze Motorie e Tognolin Lorenza, laureata in Scienze Motorie e specializzata in Scienze e Tecniche dell’attività motoria preventiva e adatta, quest’anno si è aggiunta la preziosa collaborazione della Dott.ssa Sonja Perentaler, Psicologa, che ha contribuito alla valorizzazione dell’immagine dei singoli ragazzi e del gruppo completo attraverso tre interventi di breve durata, suddivisi nell’arco dell’anno (uno ad inizio anno, uno a metà anno e uno a fine anno). All’interno di un intervento sono stati riuniti in un’altra stanza anche i genitori, così da poter parlare assieme a loro dei ragazzi stessi: quest’ultima possibilità è stata molto apprezzata da parte dei genitori e pensiamo sia fondamentale proporla anche l’anno prossimo. Il lavoro dello staff del progetto “Un cuore in forma” ha visto anche la partecipazione della studentessa Sandrin Ilaria, già laureata in Scienze Motorie, per il suo tirocinio formativo universitario: crediamo che anche questa iniziativa sia da ripetere nei prossimi anni vista la sua importanza, poiché permette agli studenti che si specializzano nell’ambito dell’attività motoria preventiva e adattata di potersi formare direttamente sul campo.
Come sempre, all’inizio del progetto è stato stilato un programma di esercizi fisici e giochi in grado di coinvolgere tutte le capacità motorie e le abilità principali dei ragazzi: velocità, forza e resistenza in primis, equilibrio, coordinazione oculo manuale e oculo podalica, lateralità e dominanza, differenziazione spazio – temporale come capacità secondarie. Tutto lo staff presente in palestra durante gli incontri è stato molto soddisfatto nell’osservare il costante impegno di ogni singolo partecipante teso a migliorarsi, la coesione e la comunicazione che va consolidandosi di anno in anno all’interno del gruppo e la perseverante collaborazione dei genitori che credono fermamente in un progetto come questo.
Anche quest’anno il gruppo ha avuto la possibilità di svolgere alcune attività esterne alla palestra quali: scherma, grazie alla collaborazione del gruppo sportivo Petrarca Scherma in cui i ragazzi si sono destreggiati in “combattimenti” ludici tra loro, canottaggio grazie all’invito della Canottieri Padova che ha permesso di svolgere qualche ora all’aria aperta remando su un’imbarcazione accompagnati dagli istruttori, la 5 Km della Maratona di S. Antonio attraverso le vie storiche di Padova e la festa finale di Paese; per l’anno prossimo si spera di poter far sperimentare al gruppo altre attività quali il golf, la barca a vela e il nordic walking e si cercherà di coinvolgere anche i genitori stessi dei ragazzi al fine di far toccare con mano la dedizione che mette ognuno di loro nello svolgimento del programma e i miglioramenti che possono ottenere di volta in volta.
Arrivederci a settembre! Vi aspettiamo numerosi!